Facebook pixel Banca Intesa - Finanziamento "Per Merito" - Università Bocconi Milano
logo stampa

Banca Intesa - Finanziamento "Per Merito"

lauree magistrali

Gli studenti con cittadinanza europea iscritti a uno dei corsi di Laurea Magistrale in Bocconi possono richiedere il finanziamento "Per Merito" grazie alla convenzione stipulata tra l'Università e Banca Intesa Sanpaolo.

La presente convenzione è valida fino al 31/12/2022.

Espandi tuttoChiudi tutto

Requisiti di accesso

Il requisito di accesso al finanziamento da parte degli studenti dei corsi di laurea magistrale è l'immatricolazione definitiva al primo anno di corso.

Per le richieste presentate da studenti iscritti a partire dal secondo anno, oltre all'iscrizione regolare all'anno accademico, si aggiungono requisiti in termini di crediti minimi, come indicato nella tabella sottostante.

Anno di corso
Requisiti di merito al momento dell'ammissione al beneficio
1° anno
-
2° anno
40 crediti

Richiesta del finanziamento

La richiesta di prestito viene effettuata online dallo studente attraverso la procedura di Banca Intesa Sanpaolo.

L'importo massimo richiedibile è di 20.000€.

ATTENZIONE

All'interno della procedura di Intesa Sanpaolo lo studente deve selezionare:

  • > la classe di appartenenza del corso di laurea magistrale
  • > area: area unica
  • > facoltà: fascia completa
  • > corso:
    •      > quarto anno (per studenti iscritti al primo anno di laurea magistrale)
    •      > quinto anno (per studenti iscritti al secondo anno di laurea magistrale).

Si raccomandano gli studenti di non selezionare nel menu dedicato alla facoltà, l'opzione "master".

La valutazione delle richieste di finanziamento da parte dell'università e dell'istituto di credito avviene all'incirca in un mese, per questo motivo è fortemente suggerito agli studenti di presentare domanda entro metà settembre per poter ricevere le tranche in tempo utile.

La valutazione delle richieste presentate dagli studenti iscritti al primo anno non potrà avvenire prima della seconda metà del mese di settembre.

L'esito della richiesta di finanziamento viene inviato via email allo studente. Successivamente alla ricezione di questa email, lo studente dovrà recarsi presso la filiale di Intesa Sanpaolo per l'apertura del conto corrente.

N.B. Si ricorda che è responsabilità dello studente richiedere il finanziamento secondo tempistiche utili in vista delle proprie esigenze personali e delle scadenze amministrative, come ad esempio il pagamento della contribuzione accademica. Infatti la messa a disposizione dei fondi da parte della banca non necessariamente si allinea alle scadenze amministrative universitarie, ma avverrà semestralmente successivamente all’erogazione della prima tranche.

Si precisa che la tranche viene erogata nei primi giorni del mese successivo alla verifica e che non è possibile anticipare l’erogazione della tranche.

Emissione

I prestiti sono accordati sotto forma di apertura di credito in Conto Corrente.
La prima tranche verrà erogata dalla Banca successivamente all'approvazione della richiesta e all'apertura del conto corrente da effettuarsi in filiale.
L'erogazione delle tranche successive avrà cadenza semestrale.
  • > 1° anno: due tranche semestrali da 5.000€
  • > 2° anno: due tranche semestrali da 5.000€

Criteri di mantenimento

Dopo il primo anno, il proseguimento della linea di credito è subordinato al raggiungimento di un obiettivo formativo.

Sarà preso in considerazione il numero di crediti acquisiti dallo studente ogni 12 mesi successivamente all’attivazione del finanziamento, in base all’anno di iscrizione, come da tabella sotto riportata e al momento della scadenza della tranche:

Anno di corso
Requisiti di merito per il mantenimento del beneficio
1° anno
-
2° anno
40 crediti
1° anno fuori corso
90 crediti


Nel caso in cui lo studente non dovesse essere più in possesso dei requisiti, a cui è subordinata l’erogazione della seconda parte del finanziamento, inizierà a decorrere anticipatamente il periodo ponte di un anno.

Se lo studente non possiede per tre volte i requisiti di mantenimento a cui è subordinata l'erogazione delle tranches successive alla prima, non viene concesso il periodo ponte e l'apertura di credito giungerà a scadenza. Lo studente sarà, pertanto, tenuto a restituire le somme dovute.

Nel caso di abbandono degli studi o trasferimento in altra Università, il periodo di moratoria decorre dalla data in cui la Banca erogante ha avuto notizie di tali circostanze.

"Anno ponte" e rimborso

Trascorsi sei mesi dall’ultima tranche del piano di erogazione o, se precedente, dal conseguimento del titolo di studio, al beneficiario viene concesso un anno di tempo durante il quale non è richiesto nessun rientro di capitale o di interessi.

Nel caso di abbandono degli studi o trasferimento in altra Università, il periodo di moratoria decorre dalla data in cui la Banca erogante ha avuto notizie di tali circostanze.

Entro la scadenza del periodo ponte lo studente deve recarsi alla filiale presso la quale ha aperto il finanziamento e definire il piano di ammortamento per la restituzione delle somme. Gli importi utilizzati maturano interessi che verranno addebitati sul conto corrente e capitalizzati annualmente. Il piano di rimborso non potrà eccedere i 96 mesi e avverrà attraverso rate mensili di importo costante comprensive di capitale e interessi. Resta ferma la facoltà da parte dello studente di estinguere anticipatamente il debito, in tutto o in parte, senza alcun costo aggiuntivo.

Tassi di interesse

I tassi d’interesse:

  • > Apertura di credito in conto corrente: EURIRS 10 anni rilevato il penultimo giorno lavorativo del mese di giugno precedente alla stipula + 1,30%.  All’attualità, il tasso nominale annuo fisso è determinato nella misura dell’1,13%.

  • > Prestito a rimborso rateale fino a 10 anni: EURIRS 10 anni rilevato il penultimo giorno lavorativo del mese di giugno precedente alla stipula + 1,30%. All’attualità, il tasso nominale annuo fisso è determinato nella misura dell’1,13%.

  • > Prestito a rimborso rateale oltre i 10 anni (fino a 15 come da convenziona attuale): EURIRS 15 anni rilevato il penultimo giorno lavorativo del mese di giugno precedente alla stipula + 1,50%. All’attualità, il tasso nominale annuo fisso è determinato nella misura del 1,50%.


N.B. Per tutte le condizioni non esplicitate in tabella si prega di  fare riferimento al Foglio Illustrativo fornito dalla banca.

La concessione del finanziamento è sempre subordinata alle valutazioni dell'Istituto di credito.


 



Ultimo aggiornamento 19/05/2022 - 14:09:47