Facebook pixel La governance, le persone e le politiche - Università Bocconi Milano
logo stampa

La governance, le persone e le politiche

L’Università Bocconi mira a garantire che le sue politiche, la ricerca e la didattica, così come il vissuto di studentesse e studenti, docenti, staff, alumnae e alumni, riflettano l’impegno di adottare una strategia trasparente e coerente in merito ai valori della diversità, delle pari opportunità e dell’inclusione.

La governance che regola tematiche così importanti è definita dal Prorettorato per la Prorettrice per la Diversità, Inclusione e Sostenibilità attualmente guidato dalla prorettrice professoressa Paola Profeta affiancata da vari comitati accademici e dai delegati alla diversità in ciascun Dipartimento. Le politiche rappresentano invece il nostro impegno verso l’adozione dei sopracitati valori di diversità e inclusione. Nello specifico:


Espandi tuttoChiudi tutto

Prorettrice per la Diversità,Inclusione e Sostenibilità

Negli ultimi anni diversità e inclusione sono diventate elementi chiave delle priorità strategiche complessive dell’Università Bocconi. un cambiamento che è stato r accelerato dall'istituzione di un apposito Prorettorato, tra i primi nel suo genere in Europa. Con la creazione del ruolo di Prorettrice per la Diversità, Inclusione e Sostenibilità, le attività in quest’area hanno ora un unico punto di riferimento e un’unica figura responsabile del loro coordinamento delle persone coinvolte in quest’area. Attualmente il Prorettorato è guidato dalla professoressa Paola Profeta.

Delegati alla diversità nei dipartimenti

Per sostenere il lavoro del Comitato Pari Opportunità, in ogni Dipartimento sono stati nominati dei delegati alla diversità. Questi fungono da collegamento per facilitare la cooperazione tra dipartimenti e migliorare al loro interno lo scambio di informazioni sul tema della diversità.

Comitato per l'inclusione, la disabilità e il benessere

Il Comitato per l'inclusione, la disabilità e il benessere è attualmente responsabile delle politiche di inclusione in riferimento a studentesse e a studenti con disabilità fisiche e disturbi dell'apprendimento. Inoltre, il Comitato si occupa delle sfide riguardanti la salute mentale e le tematiche di pari opportunità, come le questioni LGBTQIA+ di identità di genere e le differenze religiose ed etniche. L'obiettivo primario è la completa inclusione di tutte e tutti gli studenti nei processi di apprendimento, nello svolgimento degli esami e nella vita nel campus, sviluppando e valorizzando al massimo le loro potenzialità, le conoscenze, le competenze e le capacità, indipendentemente dalla loro disabilità, genere, orientamento sessuale, nazionalità, etnia o religione. Il Comitato è presieduto dalla Prorettrice per la Diversità, Inclusione e Sostenibilità e comprende membri della faculty Bocconi, del personale e del corpo studentesco nominati dal Rettore.

Comitato Pari Opportunità

Il Comitato Pari Opportunità tutela, valorizza e promuove una cultura dell’equità e dell’emancipazione all'interno della comunità Bocconi per garantire che tutti membri ricevano – e offrano agli altri – pari opportunità e pari trattamento, indipendentemente dal genere, dall'identità di genere, dall'orientamento sessuale, dalla nazionalità, dall'etnia, dalla religione, dalla disabilità, dall'età o dalla condizione economica.

Comitato Community and Social Engagement

L’Università Bocconi si basa su un solido sistema di valori che include il pluralismo delle idee, l'integrità morale, l'inclusione, la solidarietà e la mobilità sociale. Poiché crede fermamente che la dimensione morale non possa essere separata dalla dimensione economica, nel 2008 l’Università ha riconosciuto appieno l'impegno e la responsabilità sociale come valori fondanti della propria identità, istituendo il Comitato Community and Social Engagement. Questo è presieduto da una/un docente ordinari nominata/o dal Rettore ed è composto da Dean della Graduate School, dal Direttore del corso di laurea in Economia aziendale e management, dal Prorettore per il Fundraising e le Relazioni con gli Alumni, da un ex Direttore della SDA, da una /un docente ordinari, dal direttore della Direzione Students e dall'ex responsabile delle borse di studio.

Attualmente il comitato coordina tre programmi, che comprendono un certo numero di progetti:

  • Impegno civico e sociale delle studentesse e degli studenti Bocconi: per aiutarli a sperimentare l'importanza dell’aiuto agli altri come elemento necessario per il proprio futuro professionale.
  • Mobilità sociale: per dare a studentesse e studenti economicamente svantaggiati la possibilità di studiare alla Bocconi.
  • Studiare in carcere: per consentire a giovani detenute e detenuti di cambiare le proprie esistenze grazie all'istruzione universitaria.

Comitato per il Coordinamento delle Attività studentesche e Associative

Il Comitato CASA sostiene le iniziative di inclusione delle studentesse e degli studenti esaminando e approvando le attività proposte dalle associazioni studentesche e condotte direttamente da loro. Il Comitato esamina le proposte per la creazione e il rinnovo delle associazioni studentesche. Inoltre, sostiene le attività di comunicazione a supporto delle associazioni studentesche nei confronti del corpo studentesco. Le attività delle associazioni studentesche svolte all’interno del campus contribuiscono a favorirne l'integrazione interna.

Inclusion Service

La Bocconi promuove la diversità, l'inclusione, l'accessibilità, l'equità di trattamento e il multiculturalismo attraverso un ambiente che favorisca la valorizzazione del potenziale individuale di tutti i suoi membri.
L’Inclusion Service supporta questa strategia collaborando con le diverse unità dell'Ateneo per la sua attuazione attraverso lo sviluppo di numerosi progetti, iniziative e servizi.

Codice  di  comportamento  degli  studenti e  dei  docenti e Honor Code

L'Università pubblica e diffonde il Codice di comportamento degli studenti e dei docenti e l'Honor Code affinché tutte e tutti all'interno della comunità Bocconi si impegnino a mantenere un ambiente accademico libero dalle forme di discriminazione basate su razza, religione, genere, nazionalità, età, disabilità od orientamento sessuale.

Inclusive Gender Equality Plan

L’Inclusive Gender Equality Plan traccia una mappa della diversità all'interno della comunità Bocconi tenendo conto dell’interconnessione esistente tra le varie dimensioni, come genere, identità di genere, orientamento sessuale, disabilità, etnia, nazionalità o bisogni di salute mentale, che danno luogo a forme sovrapposte di discriminazione, svantaggio ed emarginazione. Inoltre, delinea le pratiche di inclusione dell'Università e stabilisce un’agenda per le iniziative e procedure future.


Ultimo aggiornamento 04/11/2022 - 12:29:39