Facebook pixel Iniziative e servizi per studenti con altri tipi di difficoltà - Università Bocconi Milano
logo stampa

Iniziative e servizi per studenti con altri tipi di difficoltà

L’Università Bocconi si è impegnata a investire crescenti risorse nell’obiettivo di consentire a studenti capaci e meritevoli, ma sprovvisti di adeguati mezzi finanziari, la possibilità di iscriversi e frequentare i propri corsi di studio.

A questo scopo nel corso degli anni è stato messo a punto un articolato sistema di agevolazioni e aiuti finanziari rivolto a varie categorie di destinatari, che prevede tra gli interventi più rilevanti:

  • l’esenzione totale dal pagamento di tasse e contributi universitari per tutti gli studenti beneficiari di una borsa di studio ISU Bocconi nonché per gli studenti disabili;
  • l’esenzione parziale dal pagamento di tasse e contributi in base al rispetto di determinati parametri economici e di performance universitaria;
  • l’esenzione totale dal pagamento di tasse e contributi concessa agli studenti dei corsi di laurea magistrale in base a criteri di merito (c.s. “Merit Award”);
  • il progetto “Una scelta possibile” riservato studenti che provengono da contesti di particolare disagio economico e sociale.

Per maggiori informazioni sulle singole iniziative si rimanda all’area del sito dedicata alle agevolazioni economiche.

Studenti fuori sede

Per andare incontro alle esigenze di un numero rilevante di studenti fuori sede iscritti ai corsi di studio l’Università mette a disposizione una serie di residenze che garantiscono standard soddisfacenti in termini di sicurezza, comodità, pulizia e spazi comuni. Un numero consistente di alloggi in tali strutture è offerto a tariffa ridotta agli studenti che soddisfano i requisiti di reddito previsti.

Per coloro che non riescono a trovare una sistemazione in una delle residenze dell’Ateneo (o che preferiscono disporre di un alloggio autonomo), l’Università segnala ulteriori possibilità di alloggi esterni.

Studenti con altre difficoltà di frequenza

Sebbene il modello didattico adottato dall’Università Bocconi in tutti i suoi Corsi di Studio presupponga la partecipazione assidua degli studenti alle lezioni e alle altre attività didattiche svolte nell’ambito degli insegnamenti, sono comunque previste alcune modalità alternative e servizi specifici per agevolare coloro che, per varie ragioni, possono frequentare solo parzialmente le attività formative. In particolare:

  • È attiva un’apposita piattaforma online, accessibile a tutti gli studenti iscritti ai corsi di studio, nell’ambito della quale oltre a essere disponibili alcuni tipi di materiale didattico (es. dispense, slide), syllabi dettagliati degli insegnamenti e temi d’esame, è possibile svolgere esercizi di supporto all’apprendimento e interagire con docenti e/o con altri studenti; questo strumento, oltre ad integrare efficacemente la didattica d’aula, può rivelarsi molto utile per coloro che si trovano nell’impossibilità di seguire specifici insegnamenti o alcune delle lezioni in cui essi si articolano.
  • Alcuni insegnamenti di determinati Corsi di Studio fanno ricorso all’e-learning in modo aggiuntivo o in sostituzione delle attività didattiche tradizionali.
  • Molti degli insegnamenti che prevedono attività didattiche di tipo attivo (es. lavori di gruppo o presentazioni in aula) strutturano prove d’esame differenti per studenti frequentanti (per i quali queste attività concorrono generalmente alla determinazione del voto d’esame) e per studenti non frequentanti (per i quali l’esame consiste unicamente in prove scritte e/o orali).
  • Per le studentesse madri nell’anno di nascita di ciascun figlio, così come per gli studenti costretti a interrompere gli studi a causa di infermità gravi e prolungate è prevista la possibilità di chiedere l’interruzione temporanea degli studi; gli anni di mancata iscrizione non sono conteggiati nella carriera dello studente ai fini della decadenza.
  • Agli studenti che praticano sport agonistico (almeno a livello nazionale) è concessa la facoltà di allungare la durata degli studi fino al doppio di quella prevista senza dover sostenere il pagamento delle rette universitarie per gli anni di iscrizione “fuori corso” (a condizione che ogni anno siano conseguiti almeno 30 crediti formativi).