Facebook pixel Open Access - Università Bocconi Milano
logo stampa

Open Access

Il movimento

Open Access è un movimento che intende finanziare l’accesso online libero e aperto ai risultati scientifici.

Secondo il modello dell’Open Access, agli utenti finali è fornito il libero accesso alle pubblicazioni e ai dati, dando la massima visibilità e l’uso dei documenti, basato sull’idea che i risultati della ricerca finanziata da fondi pubblici deve essere disponibile a tutti.

Questo approccio è opposto al tradizionale modello di abbonamento dove gli utenti hanno accesso alle pubblicazioni pagando la relativa quota di abbonamento.

Ci sono differenti modalità per pubblicare in open access: 

  • Green route (auto archiviazione; non a pagamento)
    Una versione di un articolo è depositata dall’autore in un repository online, prima, durante o dopo la pubblicazione; il software del repository permette normalmente agli autori di ritardare l’accesso all’articolo per un periodo cosiddetto di “embargo”.
  • Gold route
    • Full Open Access: la pubblicazione è rilasciata immediatamente in open access dall’editore senza alcuna restrizione. I costi di pubblicazione, cosiddetti “Article Processing Charges” (APCs), sono sostenuti dagli autori o dalle loro istituzioni.
    • Hybrid: secondo questo modello di pubblicazione, per le riviste accessibili tramite sottoscrizione, alcuni articoli sono resi aperti e disponibili attraverso il pagamento di un “Article Processing Charge” (APC), mentre altri articoli restano ad accesso chiuso.  

I costi relativi all’Open Access Hybrid non sono eleggibili nell’ambito di Horizon Europe.

Al fine di verificare la policy di Open Access di una specifica rivista, fare riferimento a Sherpa Romeo, un database online che contiene le policy di open access a livello globale e fornisce un riepilogo dei copyright editoriali e le policy di deposito in open access per ogni singola rivista.


Open access ai dati della ricerca

Questa pratica intende rendere i risultati pubblici fornendo l’accesso ai dati digitali della ricerca in maniera gratuita (ad esempio, statistiche, risultati di esperimenti, risultati di survey, ecc.) e dando la possibilità di riutilizzarli.

Nell’ambito dei progetti Horizon 2020 erano automaticamente parte dell’Open Research Data Pilot.

In Horizon Europe, l’Open Access ai dati della ricerca è obbligatorio.


Open Access in Bocconi

L’Università Bocconi promuove il principio dell’Open Access così come definito nella Dichiarazione di Berlino sull'accesso aperto alla letteratura scientifica firmata ad Ottobre 2003 e seguita dalla Dichiarazione di Messina del 2004.

 

Contratti trasformativi

Dal 2020 Bocconi sta perseguendo contratti “transformativi” con una serie di editori.

Maggiori informazioni sono contenute nella sezione della biblioteca del sito web.


Ultimo aggiornamento 03/03/2022 - 12:38:51
Il portale della ricerca