Facebook pixel Emergenza Covid-19 - Università Bocconi Milano
logo stampa

Emergenza Covid-19

Informazioni, attività on campus, iniziative

L'emergenza sanitaria che stiamo affrontando ha senza dubbio rivoluzionato le vite di tutti noi, ma ha anche dimostrato la resilienza e la capacità di innovazione della comunità Bocconi e in questo momento richiede ulteriori risposte responsabili da parte di tutti a livello individuale e collettivo.

L'Università Bocconi gestisce i servizi e le attività on campus nel rispetto delle norme e delle indicazioni delle Autorità locali e nazionali.

L'Università mantiene un contatto costante con tutta la comunità, studenti, faculty e staff, con comunicazioni e aggiornamenti attraverso i canali istituzionali.


Aggiornamenti

23 febbraio 2021

L’Università Bocconi ha avviato una campagna gratuita di screening massivo tramite tampone antigenico che riguarda tutta la comunità bocconiana. Siamo partiti dalla residenza Spadolini, all’interno della quale sono stati riscontrati alcuni casi di positività. Abbiamo quindi dovuto, in accordo con ATS, porre la residenza in quarantena

La campagna di screening massivo coinvolgerà in prima battuta tutte le residenze e, dal 2 marzo, tutta la comunità Bocconi.

In relazione ai casi di positività da Covid-19, sviluppatisi nella Residenza Spadolini da lunedì 22 febbraio, l'Università Bocconi sta operando in base al protocollo sanitario e in collaborazione e stretto coordinamento con l'ATS. Nell'interesse della sanità pubblica e a tutela della salute dell'intera comunità bocconiana i provvedimenti adottati prevedono che i soggetti positivi siano posti in quarantena in camere singole fino a guarigione virologica attestata da 2 tamponi negativi e che tutti i residenti rimangano in quarantena per 14 giorni a partire da lunedì 22 febbraio.

Ai residenti verranno garantiti tutti i servizi di ospitalità (servizio pasti, pulizie ordinarie e straordinarie, assistenza medica).

22 gennaio 2021

A studenti e docenti dei corsi di laurea e laurea magistrale (triennio, biennio, quinquennio) e staff

Cari Studenti, Docenti, Staff,

Ci auguriamo abbiate trascorso un periodo sereno e produttivo durante la sosta di fine anno e che voi e le vostre famiglie vi troviate in piena salute. Vi scriviamo per aggiornarvi sulla ripresa dei corsi del semestre imminente.

Come sapete, la situazione generale, legata alla gestione del piano vaccinale e al contenimento della pandemia da Covid-19 che ci ha colpito ormai da quasi un anno, non consente ancora una programmazione certa, nei tempi e nelle modalità, della ripresa delle attività in presenza.

Alle attuali condizioni, stabilite dal Dpcm del 14 gennaio 2021 in vigore sino al 5 marzo, saremo in grado di garantire l'applicazione del modello misto con le tipologie di lezione già implementate all'inizio nel primo semestre, che combina la didattica in presenza e quella in remoto, nel caso in cui la nostra Regione, la Lombardia, non venga collocata in "zona rossa (dalle rilevazioni e dai provvedimenti emanati ogni due settimane)".

Nello specifico, ci auguriamo che la Lombardia non sia più inserita in "zona rossa" dalla rilevazione di fine gennaio, cosa che vi comunicheremo prontamente alla ricezione della notizia da parte delle Autorità competenti, e pertanto che con l'avvio del 2° semestre, dal prossimo 4 febbraio l'attività didattica potrà essere erogata in presenza secondo il modello misto.

Alternativamente, nei periodi in cui la Lombardia venga considerata in "zona rossa", ogni attività sarà comunque garantita nella sua erogazione a distanza, con le modalità già positivamente sperimentate nella seconda parte del precedente semestre.

L'intenzione è di mantenere questo stile per il corso del semestre con relative comunicazioni che anticiperanno i cambiamenti del caso; nonostante la complessità, siamo certi che anche in questo semestre potremo, come abbiamo fatto sinora, garantire il nostro impegno per la massima qualità possibile di ogni attività didattica, di ricerca e ogni supporto alle attività stesse. Questo grazie al contributo e alla grande disponibilità di ognuno di voi, Docenti, Studenti e Staff, che insieme ai nostri Alumni contribuite a rendere la nostra Bocconi sempre più forte, coesa e in continua crescita nonostante il periodo così complicato.

Ripartiamo così, in questo nuovo anno, con entusiasmo e con la speranza di ritrovarci tutti insieme nel nostro bellissimo Campus. Un Campus che continua a essere aperto per garantire (anche in caso di "zona rossa") la necessaria operatività. Questo grazie agli sforzi fatti per renderlo il più possibile sicuro con i presidi, gli strumenti e le regole che tutti siamo tenuti a rispettare per la tutela della nostra salute e di quella dei nostri colleghi.

Anche durante gli eventuali periodi di "zona rossa", quando non sarà possibile l'attività didattica in presenza, i docenti che lo riterranno necessario potranno sempre usufruire delle aule e delle strutture dell'Università per erogare le attività didattiche negli orari previsti dal calendario accademico. Rimangono sempre disponibili per gli studenti i posti studio in biblioteca e nelle altre strutture dell'università, previa prenotazione obbligatoria, sempre con il rispetto rigoroso dei protocolli di sicurezza adottati dall'Università.

In particolare vi daremo, con apposita comunicazione, tutte le indicazioni, protocolli e norme che, vogliamo ricordare in questo messaggio, soprattutto in caso di ripresa delle attività didattiche in presenza, riguardano: il rispetto della segnaletica predisposta per evitare assembramenti e garantire il distanziamento, seguendo, quando necessario, le indicazioni da parte degli addetti alla sicurezza; l'utilizzo obbligatorio e rigoroso dei dispositivi di protezione individuale e il rispetto delle norme igienico-sanitarie di prevenzione (misurazione della temperatura, obbligo di indossare la mascherina, uso del gel disinfettante, e così via). Ricordiamo che abbiamo previsto la presenza fissa di un'ambulanza, l'infermeria di via Bocconi 12 e il nuovo presidio medico in piazza Sraffa 11 (accessibile su prenotazione).

Per qualunque emergenza occorre chiamare immediatamente il n. 02/5836.2121, che sarà anche collegato ad alcune colonnine S.O.S. disposte in vari punti del Campus.
In ogni caso, per tutte le informazioni, segnalazioni sul proprio stato di salute o chiarimenti sulla sicurezza nel Campus si potrà scrivere a  hse@unibocconi.it.

Concludiamo ringraziandovi sempre per la vostra comprensione e per la vostra dedizione in ogni attività, che è ciò che ci consente di far fronte e superare i limiti contingenti non dipendenti dalla nostra volontà e le oggettive difficoltà di una situazione straordinaria.

Un caro saluto a voi e alle vostre famiglie e un sentito augurio a tutti di buon secondo semestre.

Gianmario Verona Rettore, Riccardo Taranto Consigliere Delegato


7 ottobre 2020

In relazione ai casi di positività da Covid-19, sviluppatisi nella Residenza Castiglioni da domenica 4 ottobre, l'Università Bocconi sta operando in base al protocollo sanitario e in collaborazione e stretto coordinamento con l'ATS. Nell'interesse della sanità pubblica e a tutela della salute dell'intera comunità bocconiana i provvedimenti adottati prevedono che:

  • i soggetti positivi siano posti in quarantena in camere singole fino a guarigione virologica attestata da 2 tamponi negativi 
  • tutti i residenti rimangano in quarantena per 14 giorni a partire dal 4 ottobre

Ai residenti verranno garantiti tutti i servizi di ospitalità (servizio pasti, pulizie ordinarie e straordinarie, assistenza medica).

Contemporaneamente l'Università sta provvedendo a organizzare una campagna di screening tramite tampone antigenico da effettuare a tutti gli studenti delle residenze Bocconi per rassicurare loro e le loro famiglie.

L'attività didattica procede regolarmente e i residenti in quarantena continueranno a seguire le lezioni in modalità online.



Ultimo aggiornamento 23/02/2021 - 17:09:04