logo
Immagine sezione

Normativa

Per l’applicazione della corretta normativa è necessario distinguere fra stage curriculare e stage extracurriculare.

In Italia lo stage è regolamentato dalla normativa vigente a livello nazionale e regionale e, per quanto concerne gli stage curriculari, dal Regolamento d’Ateneo. Per tutto quanto non disciplinato dal Regolamento, si fa riferimento alla normativa vigente.
Lo stage extracurriculare fa invece riferimento alla normativa vigente a livello nazionale e regionale.

Per  gli  stage  svolti  all’estero  la  regolamentazione  è  invece rimandata  alla  legge applicabile secondo i principi di diritto internazionale.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO PER STAGE EXTRACURRICULARI (per neolaureati).

La Conferenza Stato-Regione del 25 maggio 2017 ha adottato nuove “Linee guida in materia di tirocini extracurriculari” che sostituiscono le precedenti del 24 gennaio 2013. Oggetto delle Linee guida sono i tirocini extracurriculari.

Per saperne di più:

http://www.cliclavoro.gov.it/Cittadini/Formazione/Pagine/Stage.aspx

Avendo competenza esclusiva in materia di tirocini, Regioni e Provincie autonome hanno disciplinato la materia recependo le indicazioni delle Linee Guida nel rispetto dei requisiti minimi previsti. Per tutte le informazioni relative alle singole normative regionali e agli adempimenti in materia di Comunicazioni Obbligatorie, è possibile consultare il sito web di Cliclavoro nella sezione "Sistemi Informativi Regionali".

N.B. Per l’invio delle comunicazioni obbligatorie da parte del soggetto ospitante, le modalità di accreditamento ai Portali regionali on-line sono strettamente dipendenti dal Servizio Regionale ove è ubicata la sede di svolgimento del tirocinio.

 

SPECIALE REGIONE LOMBARDIA:

NEW!

A partire dal 9 giugno 2018, sono entrati in vigore i nuovi Indirizzi Regionali in materia di tirocini approvati il 17/01/2018 (DGR 7763/2018) con i quali la Regione Lombardia ha recepito le Linee guida nazionali in materia di tirocini del 25 maggio 2017.

N.B: Ai tirocini attivati dall’Università Bocconi prima della data di entrata in vigore della nuova normativa regionale continua ad applicarsi la normativa di riferimento vigente alla data del loro avvio (anche in caso di proroga, se prevista).

Di seguito le principali novità introdotte:

•             Comunicazione Obbligatoria (COB): per i tirocini extracurriculari, l’ente promotore (Università Bocconi) deve tracciare e successivamente comunicare alla Regione il numero della comunicazione di avvio tirocinio effettuata dal soggetto ospitante prima dell’inizio dell’esperienza.

•             Importo indennità di partecipazione al tirocinio: l’importo minimo per i tirocini extracurriculari passa a 500€ mensili lordi, riducibile a 400€ qualora vengano offerti buoni pasto o servizio mensa e a 350€ qualora l’attività di tirocinio non implichi un impegno giornaliero superiori a 4 ore.

•             Obiettivi formativi: è necessario dettagliare maggiormente gli obiettivi che dovranno essere perseguiti durante il tirocinio con riferimento al Quadro Regionale degli Standard Professionali (QRSP).

•             Tutor aziendale: sono richieste informazioni supplementari relative al tutor aziendale a comprova dell’adeguatezza del ruolo di tutor (livello di inquadramento, n. di anni esperienza lavorativa ed esperienze/competenze professionali).

•             Limiti all’attivazione dei tirocini: l’assunzione con contratto di tipo subordinato (almeno sei mesi) di tirocinanti extracurriculari nei 24 mesi precedenti permetterà ai soggetti ospitanti con più di 20 dipendenti di attivare ulteriori tirocini oltre la normale quota di contingentamento del 10%.

•             Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) e Patto di Servizio Personalizzato (PSP): poichè il destinatario di un tirocinio extracurriculare è identificato nel disoccupato (art.19 dlgs 150/2015), per attivare un tirocinio extracurriculare il laureato deve fornire prova del suo stato di disoccupazione attraverso due documenti ottenibili presso i Centri per l’impiego. La mancanza di questi documenti non permette l’attivazione dello stage, che potrebbe essere posticipata.

•             Marca da bollo: è necessario applicare una marca da bollo da 16€ per ogni 4 pagine di convenzione.

•             Cambio “Natura” del tirocinio: nel corso del suo svolgimento, lo stage può cambiare natura (da curriculare ad extracurriculare) a seguito della sopraggiunta laurea da parte del tirocinante. Pertanto è necessario, entro il giorno del conseguimento del titolo, soddisfare tutti i nuovi requisiti peri tirocini extracurriculari. In caso contrario lo stage deve essere sospeso fino a quando non presenta tutte le caratteristiche previste dalla nuova normativa.

 

L’attivazione di tirocini per studenti e laureati Bocconi non subisce interruzioni a causa della nuova normativa. L’Università risponde alle richieste del legislatore integrando i nuovi requisiti nei propri processi e adeguando progressivamente i propri sistemi informatici.

È possibile scaricare qui un breve vademecum su come attivare i tirocini extracurriculari in questa fase transitoria.

 

Testi normativi di riferimento in materia di formazione sulla sicurezza:

-Decreto Legislativo 81 2008 Testo Unico Sicurezza sul lavoro (art. 2, 37, 41)

-Accordo in Conferenza permanente Stato Regioni n. 221/CSR del 21/12/2011 sulla Formazione   dei
lavoratori

-Circolare Regione Lombardia in materia di Formazione sulla Sicurezza 17-09-2012



Ultimo aggiornamento 16/07/2020 - 10:56:52