Immagine sezione
Logo Bocconi

MultiVideoconferenza via Internet

Che cosa è la videoconferenza 
La videoconferenza è l'interazione sincrona in audio, video e dati fra due o più soggetti. La possibilità di comunicare in videoconferenza dipende dalla disponibilità di apparati che supportino la cattura, codifica, trasmissione e decodifica di audio e video, e dalla capacità degli apparati stessi di colloquiare secondo un protocollo standard comune.

Per che cosa posso utilizzarla 
Il servizio di videoconferenza offerto dall' ICT è disponibile a supporto delle attività didattiche e di ricerca, quali:
- lezioni a distanza
- contatti con studenti all'estero
- seminari 
- riunioni e coordinamento di progetti internazionali
- contatti con altre Università

 

Sala videoconferenze: dove si trova e dotazioni
Presso la sede dell'ICT situata in via Gobbi 5 al quarto piano.
La sala dispone di due ampie superifici di proiezione per la visualizzazione delle persone collegate dai vari nodi, dei documenti condivisi e di un sistema audio di alta qualità.

A chi rivolgersi
Lo staff dell' ICT Multimedia Learning Management è a disposizione per supportarvi nell'utilizzo della videoconferenza per le vostre esigenze di didattica e ricerca.
Per informazioni e richieste scrivere a videoconf@unibocconi.it

Specifiche tecniche 
Il  sistema di videoconferenza è basato sugli standard H.323 (videoconferenza tramite IP) e H.320 (videoconferenza tramite ISDN) e permette di ospitare multivideoconferenze miste, gestendo in contemporanea punti collegati con i due diversi standard. Il sistema è in grado di supportare velocità a partire da 128 Kbps (2 BRI) fino a 2 Mbps (1 PRI).

 

Avvio del progetto
Le sperimentazioni sulla tecnologia e sulle funzionalità sono state effettuate in collaborazione con il CINECA e con la Curtin University of Technology (Learning Support Network) di Perth, Australia.
L'Università Bocconi ha partecipato all'ultima edizione di Megaconference, un appuntamento annuale dove vengono condivise le esperienze di videoconferenza da tutto il mondo utilizzando proprio la tecnologia oggetto della conferenza stessa. Inoltre l'Università Bocconi partecipa al gruppo di lavoro GARR-Netcast per la sperimentazione di applicazioni audio e video sulle reti europee della ricerca.

Ultimo aggiornamento 04/12/2015 - 16:04:35