Immagine sezione
Logo Bocconi

FAQ

Le risposte alle domande più frequenti sul POL

 

Q: Perché partecipare al POL?
A: Come studente o neolaureato Bocconi potrai acquisire un approccio di auto-lettura delle tue caratteristiche personali per valorizzarle il più possibile fin dal primo contatto con il mondo del lavoro.

Q: Perché le attitudini sono importanti per il lavoro?
A: La consapevolezza delle proprie caratteristiche personali aiuta a gestire al meglio il processo di selezione, le relazioni interpersonali nel contesto lavorativo e la ricerca di una professione che concili conoscenze, competenze e interessi personali.

Q: Al termine della sessione POL mi verranno indicati i ruoli funzionali e le aree coerenti con le mie caratteristiche personali?
A: Gli orientatori ti aiuteranno a leggere le tue attitudini partendo dalle tue esperienze e ti proporranno alcuni esempi di contesti e attività professionali: starà poi a te associare quanto sistematizzato grazie al POL ai tuoi interessi, alle tue competenze e alla conoscenza del mercato del lavoro. Per far questo potrai utilizzare altri servizi, complementari al POL, di Orientamento al Lavoro offerti dal Career Service.

Q: Come si struttura una giornata POL?
A: Sono previsti due momenti: un lavoro di gruppo, che impegna dalle 9.00 alle 10.15 circa, e un colloquio individuale di circa due ore, che può svolgersi alle 10.30 o alle 13.30, a seconda delle disponibilità al momento dell'iscrizione.

Q: È possibile svolgere lavoro di gruppo e colloquio individuale in date diverse?
A: No. I due momenti sono complementari e strettamente legati, è opportuno che vengano seguiti dai medesimi orientatori e che avvengano a breve distanza temporale l’uno dall’altro.

Q: Chi sono gli orientatori?
A: Personale dell’Università, professionisti delle risorse umane di varie imprese e consulenti.

Q: Chi può partecipare al POL?
A: Tutti gli studenti regolarmente iscritti ai corsi di laurea triennali, biennali e al corso di laurea magistrale in Giurisprudenza, e i neolaureati.

Q: È meglio partecipare al POL nel triennio o nel biennio?
A: Consigliamo di parteciparvi quando si sta concretamente pensando al proprio futuro professionale, per esempio in prossimità di un’esperienza di stage o al termine degli studi. Sconsigliamo l’esperienza nei primi due anni del triennio.

Q: Posso partecipare al POL più volte?
A: Dato che la finalità dell’attività è di trasferire a chi partecipa un approccio per leggere le proprie attitudini, una volta acquisito il modello sarebbe inutile replicare l’esperienza così come è proposta.

Q: Devo portare il mio cv?
A: No. Trattandosi di un colloquio di orientamento attitudinale, oggetto del confronto con gli orientatori saranno le tue caratteristiche personali e non le conoscenze/competenze acquisite.

Q: Come devo vestirmi?
A: Non è un contesto di selezione, ma un colloquio con professionisti delle risorse umane e dell’Università; scegli un abbigliamento che ti faccia sentire a tuo agio.

Q: Se annullo la mia iscrizione a una data posso registrarmi a una successiva?
A: Sì. La disdetta non preclude la possibilità di iscriversi a un’altra data, ma per ragioni organizzative chiediamo di segnalare il più tempestivamente possibile la propria indisponibilità. In caso di assenza senza alcun preavviso l’ufficio Orientamento attitudinale si riserva la facoltà di accettare o meno una seconda richiesta di partecipazione.

Ultimo aggiornamento 25/02/2019 - 11:35:50

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video